newsletter n.33 del 29.7.2017

Cari Soci,

voglio semplicemente aggiornarvi che si è felicemente concluso l’ AIDAMA IMPORT 2017 con la partecipazione di 20 Soci. La sintesi che mi sento di esprimere, come risultato delle tante opinioni raccolte, è che l’incontro è stato gradito dalla grande maggioranza dei partecipanti, con picchi di euforico entusiasmo contrapposti a qualche indifferenza. Non entro nello specifico sperando che le “voci” possano eventualmente prendere corpo in un interessante scambio sul nostro aidama@googlegroups.com

L’argomento, lo sapevamo, è certamente di nicchia,  ma come mi sono permesso di esprimere in altre circostanze, ormai siamo quasi TUTTI bravi a fare quasi TUTTO. O approfondiamo nuove tematiche e ci apriamo a nuovi orizzonti, oppure inevitabilmente saremo sempre più referenti solo di noi stessi. Questo non  significa che bisogna  inevitabilmente “FARE” ma l’eventuale “NON FARE” deve essere suffragato dalla consapevolezza della CONOSCENZA.

Mi piace sottolineare , con ormai ferma convinzione, come  la cultura AIDAMA non ha regole e che la nostra cultura ed il nostro “sapere” si trasmette con il confronto e con lo scambio di idee e di errori. Nelle due serate “dopocena” abbiamo visto nuove e meno nuove opere che sono state fonte di interessanti acculturamenti e scambio di idee.   Ed è questo il motivo per il quale mi permetto a volte di caldeggiare la presenza ai nostri pochi incontri.

Colgo l’occasione per

RICORDARE 

che il nostro congresso 2017, come da tempo annunciato, si svolgerà a Poiano 

dal  6 al 8 OTTOBRE 

edoardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *